4 pratiche per sentirsi bene durante il giorno

Trovare una strada o un percorso per riuscire a mantenere l’equilibrio mentale quando lo stress si affaccia nella nostra vita, non è semplice. Esistono delle pratiche cosiddette di “radicamento” che ci possono aiutare ad iniziare la giornata con la giusta ispirazione ritrovando l’energia giusta per affrontare anche le situazioni più controverse. Queste pratiche possono essere svolte a casa o sul posto di lavoro. Deepak Chopra ci insegna che con la meditazione, l’impostazione delle intenzioni, il radicarsi fisicamente con il respiro, la consapevolezza del corpo, riusciamo a mantenere i nervi saldi anche quando attorno a noi tutto sembra franare.

La Meditazione

La meditazione è una delle pratiche più potenti per ritrovare la stabilità interiore. Una pratica di meditazione basata su mantra, come la meditazione del suono primordiale, ci aiuta a rallentare i pensieri che affastellano la nostra mente e al contempo ci aiutano ad avvertire la presenza nella sua forma più pura. La routine quotidiana della pratica della meditazione porta consapevolezza in tutti gli aspetti della nostra vita. Grazie alla meditazione, la nostra routine quotidiana sarà ammantata di pace e di nuove consapevolezze, per riuscire a tenere a freno i messaggi negativi che la mente invia al nostro corpo.

Stabilire un intento

Fissare bene i nostri intenti rappresenta una pratica di base. Un intento è come piantare i semi sacri dei nostri desideri più profondi. Gli intenti provengono dall’anima e ci ancorano nell’amore, nella gratitudine e nella forza. Il primo intento che dovremmo proporci nella nostra vita è quello di mantenere la calma anche nelle situazioni di caos. Per farlo, dovremmo scriverlo più volte su un pezzo di carta, digitarlo al pc a più riprese e fissarlo bene in mente per rivangarlo proprio in quei giorni in cui ci sentiamo sopraffatti, sovrastimolati, oberati di lavoro. Affermare l’intento è parte del nostro processo per ancorare l’idea nella nostra psiche e ricordare a noi stessi che abbiamo il potere di rallentare, di respirare e di assistere a tutto ciò che sta accadendo intorno a noi, senza perdere la calma e la lucidità.

La Consapevolezza del Corpo

La combinazione della nostra consapevolezza del corpo con quella del respiro, sono un altro potente modo per ancorarsi alla consapevolezza del momento presente. Vi sono degli esercizi utili che ci aiutano a vincere la nostra paura del futuro. Stiamo in piedi con le braccia che cadono dolcemente lungo i fianchi. Con i piedi per terra, concentriamo la nostra attenzione sui piedi e sul terreno stabile sottostante. Facciamo un respiro profondo, dentro e fuori. Mettiamo le mani sul cuore. Facciamo un respiro profondo, dentro e fuori e diciamo a noi stessi la frase: “IO SONO QUI”.
Lasciamo che le mani ricadano naturalmente lungo i fianchi e spostiamo l’attenzione sulla sommità della testa. Avvertiremo lo spazio che separa la nostra testa dall’universo. Facciamo un respiro profondo, dentro e fuori e diciamo: “IO SONO. SONO”.

Coinvolgere i Sensi

I nostri sensi sono gli strumenti che il nostro corpo e la nostra mente usano per elaborare gli stimoli esterni nelle nostre esperienze fisiche e mentali interne. Le tisane possono aiutarci ad ancorarci attraverso il gusto e gli aromi. Ad esempio, un tè calmante – come la camomilla o la lavanda – può aiutare ad alleviare lo stress e aiutarci a rallentare. Il processo di preparazione del tè o il semplice fatto di prendersi il tempo per sorseggiarlo senza fare nient’altro, può anche essere un rituale che si fonda sulla consapevolezza del momento presente. L’aromaterapia è anche un modo potente per utilizzare i profumi dosha-equilibranti nella nostra routine quotidiana.

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.