4 PRATICHE QUOTIDIANE PER ALLEVIARE L’ANSIA

Sono 20 minuti che sei seduto sulla scrivania a fissure il computer. Il foglio di lavoro word è bianco e il cursore lampeggia ritmicamente. Tic.. tic.. tic..

Diventi consapevole del tuo battito cardiaco e noti che incredibilmente cresce. Lo senti diventare sempre più forte, arriva nello stomaco fino ad arrivare sul petto. Le mani sudano.. incessantemente. Provi ad asciugarle strofinandole lungo le cosce per un sollievo temporaneo. Provi a sistemarle, ma continuano a tremare e tenti di fermarle aggrappandoti ai bordi della scrivania.

Il battito aumenta di velocità. Il cuore sembra come se volesse uscire dal petto.
Pensi.. cosa ho che non va? Mentre cerchi di trovare una risposta, ti ricordi che non hai dormito bene la scorsa notte. In realtà, non riesci a ricordare l’ultima volta che hai dormito bene. Questi pensieri ti rendono immediatamente nauseato. Anche qui.. hai la nausea ultimamente molto spesso.

Perchè sta succedendo a me? Perché non posso tenerlo sotto controllo?

Se non ti sei dato ancora le risposte- stai provando alcuni dei sintomi più comuni dell’ansia.

Focalizziamoci per un attimo sull’ultima domanda- perché non riusciamo a tenerlo sotto controllo?

Il controllo ha tutto e allo stesso tempo niente a che fare con l’ansia.

Proviamo a spiegarlo.

COSA SUCCEDE AL NOSTRO CORPO QUANDO SOFFRAIMO D’ANSIA?

L’ansia si verifica solo in situazioni percepite come incontrollabili o inevitabili, ma in realtà non è così. La paura, d’altro canto, è un’ appropriata risposta emotiva e fisica ad una minaccia o un pericolo.

Potremmo chiederci .. questo significa che possiamo controllare le paure ma non le ansie? 

La risposta è-si-e no.

Quando soffriamo d’ansia, il nostro corpo risponde con quello che viene chiamato il modello  “lotta-o-scappa”. Quando siamo in questo mood, abbiamo una reazione psicologica agli eventi futuri che ce li fa considerare pericolosi e di conseguenza ci sentiamo insicuri. Una volta che il nostro cervello identifica questa minaccia, elabora i segnali. Subito dopo, si verificano una cascata di reazioni ormonali. La ghiandola pituitaria secerne l’ormone ACTH, seguito dal rilascio di due o rmoni responsabili dello stress: il cortisolo e l’adrenalina. Questo può innescare gli effetti dell’ansia, come un aumento della frequenza cardiaca, agitazione, pupille dilatate, viso arrossato, rallentamento della digestione e così via. Tutti questi sintomi ci fanno sentire  a disagio, posso influenzare negativamente la capacità di gestire le attività quotidiane vita-lavoro, la famiglia, le relazioni, emozioni e così via.

COME GESTIRLA? 

Il rimedio più comune per I sintomi fisici è affidarsi a prescrizioni mediche. Le medicine hanno ovviamente un effetto tranquillizzante. Hanno, però, un effetto positivo solo sui sintomi fisici, ma non aiutano a risolvere quelli radicati a livello mentale che sono i principali fattori che scatenano l’ansia.  Quindi è bene capire le reali cause dell’ansia e non trattare solo i sintomi fisici.

ALLEVIARE L’ANSIA NATURALMENTE 

Come dicevamo prima, per alleviare l’ansia, oltre ai trattamenti è importante praticare trattamenti naturali che possono aiutarci in questo. Il nostro sistema mente- corpo non può adattarsi all’ansia ed è quindi necessario praticare forme di auto-cura in modo da trovare sollievo ed essere più consapevoli nel momento presente. Ne esistono alcuni che possono aiutarci ad entrare in sintonia con le risposte biologiche del nostro corpo. Per esempio, se il nostro corpo si rende conto di sentirsi insicuro, ci sono vari modi per rallentare prima che si scatenino i sintomi fisici.

Di seguito alcuni modi per prenderci cura di noi stessi ogni giorno per curare e prevenire i sintomi legati all’ansia.

1. ATTIVITA’ FISICA

La prima importante cos ache possiamo fare per alleviare l’ansia è fare attività fisica. Una quotidiana attività fisica ci aiuta a far scorrere via l’ansia dal nostro sistema. Per esempio, yoga o pilates, orientare il cervello al relax, perchè connettono cosciamente il corpo con il respire- che può velocemente alleviare pensieri ansiosi.

Facendo un buon esercizio fisico ma anche uscire a prendere aria e fare una bella passeggiata può aiutare a sviluppare un profondo apprezzamento per la bellezza e la tranquillità e accrescere le vostre energie mentali.

2. ESERCIZI DI RESPIRAZIONE 

In sanscrito gli esercizi di respirazione sono consociuti come pranayama che significa proprio “controllo del respiro”.

Pranayama è la forza vitale associato al tuo respiro e svolge un ruolo importante nel collegare la mente e il corpo e facilitare l’esperienza di consapevolezza silenziosa. Respirare consapevolemte per almeno 5 o 10 minutiprima di meditare può aiutarci a distaccare dall’area primitiva della nostro cervello, che è dove noi fissiamo i pensieri legati all’ansia. Questo ci introduce il prossimo strumento.

3. MEDITAZIONE 

La meditazione è uno strumento di auto-cura che si dovrebbe praticare, indipendentemente dall’ansia. Quando si medita, infatti, si la mente si rilassa e riusciamo a concentrarci sul silenzio che esiste tra ogni azione mentale. La meditazione ci aiuta a realizzare che noi siamo molto più grandi dei nostri pensieri e sensaxzioni. Quando riusciamo a distaccarci e diventiamo più consapevoli, il nostro cervello forgia nuovi percorsi ed esperienze allontanando completamente i pensieri ansiosi.

4. SEGUIRE UNA DIETA SANA 

Anche la dieta ha un ruolo fondamentale nel dare sollievo all’ansia. Lo stomaco contiene molti più neuroni rispetto al cervello; questo significa che qualsiasi cosa dediciamo di mettere nello stomaco questo avrà un impatto diretto sulla nostra mente conscia. Il cibo organico e la pochissima assunzione di cibo bilancia il metabolismo. Anche eleiminare l’alcool ha un grande contributo per alleviare pensieri ansiosi. Sfortunatamente, oggi la società ci incoraggia a consumarlo per come condizione per una vita felice.
Nel mondo moderno, dove i social media sono pervasivi e creano costantemente pressioni, devi essere sempre presente, dobbiamo trovare il tempo per connettere mente e corpo e trovare uno spazio dove le pressioni e le ansie non esistono.

Perrmetti a te stesso tutto ciò. Quando il tuo corpo riconosce che sei in un posto salvo, può comunicare molto chiaramente e rispondere alla domanda: “di cosa ho bisogno per comabattere l’ansia?

Siamo tutti unici e differenti, riguardo il cammnino della guarigione. Dobbiamo lavorare con professionisti per affrontare ed integrare le esperienze che ci fanno paura. La fortuna è che non siamo soli e anche se ne esitono diversi tipi, tutti possiamo guarire e tutto lo meritiamo.

 

Sperimenta le Meditazioni gratuite con Deepak Chopra

 

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.