Affrontare il Sovrappeso per Stare Meglio

Mangiare è una parte naturale dei ritmi digestivi impostati nei tuoi geni, in gran parte controllata da due ormoni, la leptina e grelina. Quando questi ormoni sono in equilibrio, anche l’alternanza tra l’essere affamati e l’essere sazi è in equilibrio. Ma questi semplici fatti fisiologici teorici si scontrano con la pratica e la vita di tutti i giorni quando il peso diventa un problema.

Un approccio globale al controllo del peso

Il vero problema con il peso è olistico e coinvolge l’intero stile di vita di una persona. Un approccio migliore al controllo del peso è un approccio basato sull’intero sistema, che esamina tutto ciò che porta al sovrappeso: abitudini alimentari, sonno, immagine di sé, stress, convinzioni fondamentali, poco esercizio e vita sedentaria ed altro ancora. Questi elementi sono raramente isolati, mentre invece sono intrecciati tra loro, come un treno che corre su un binario circolare, lasciando salire e scendere i passeggeri a ogni fermata.

Se gran parte della tua routine quotidiana è positiva, tutto fila liscio. Se invece la tua routine giornaliera è negativa, è vero il contrario. Per chiunque abbia lottato con l’aumento di peso, è quasi certamente vero che ci sono troppi input negativi al giorno. Anche il semplice piacere di mangiare può diventare parte della negatività, perché mentalmente ed emotivamente il cibo è diventato parte di un problema più grande.

Prendiamo ad esempio il Sonno: la funzione basilare del sonno è quella di rinfrancarti quando sei stanco e darti energia quando ti svegli al mattino. Ma il sonno può essere sbilanciato da ogni genere di cose: ansia, dolore, rumore eccessivo, irrequietezza mentale, insonnia abituale, turni notturni al lavoro e così via. Lungi dall’essere un semplice meccanismo, il sonno si adatta allo stile di vita di una persona, e anche se ci sono input negativi, come essere troppo ansiosi per addormentarsi, il corpo e la mente troveranno un modo per contrastarla. Anche l’insonnia peggiore è caratterizzata da periodi di sonno durante la notte.

Meccanismi di risposta positivi

I meccanismi di routine che rendono la vita positiva non sono un segreto. Ecco i principali, sappi che devono essere rafforzati ogni giorno:

  • Buona immagine di sé
  • Avere uno scopo
  • Contatto con amici e familiari
  • Dare e ricevere amore
  • Dormire Bene
  • Attività fisica e Gioco
  • Tempo da solo e tempo tranquillo
  • Assenza di dolore e disagio
  • Bassi livelli di stress
  • Assenza di ansia e depressione

Affrontare il peso non riguarda la dieta

Anche se l’elenco potrebbe includere anche una dieta nutriente con cibi integrali, lasciamo perdere il cibo per il momento, perché invece di occuparsi di tutti questi rinforzi positivi, le persone che lottano con il peso chiedono al cibo di fare troppo del lavoro. Ad esempio, diventa un surrogato di una buona immagine di sé o una soluzione rapida per l’ansia.

Solo il 2% delle persone a dieta riesce veramente a perdere almeno 5 Kg e mantenere il peso per due anni almeno. Naturalmente, il peso è molto più difficile da controllare se una persona si abbandona a una dieta grassa e zuccherata da fast food.

Guardando da una prospettiva dell’intero sistema, far fronte al peso significa affrontare come sta andando tutta la tua vita. Il peso si staccherà e rimarrà tale quando l’altro input nella tua vita quotidiana sarà così soddisfacente che il cibo non sarà più come il primo e principale meccanismo su cui fare affidamento. L’eccesso di cibo è un’abitudine, senza dubbio, e le abitudini rimangono quando servono a uno scopo, per quanto fuorviante: se raggiungi lo scopo il bisogno dell’abitudine diminuisce e col tempo svanisce.

Consiglio di dare uno sguardo a tutto tondo, con l’intenzione di soddisfare i tuoi reali bisogni nella vita:

  • scopo e desiderio
  • senso della vita
  • creatività
  • amore
  • autostima

Quando costruisci un sé che migliora la vita piuttosto che controproducente, tutti i tipi di problemi diminuiscono e svaniscono.

Come aggiungere positività alla tua vita

Quindi, per tornare all’immagine di un treno che gira intorno ai binari, puoi iniziare oggi aggiungendo un piccolo input positivo e lasciando andare un piccolo input negativo. La tua motivazione deve essere positiva da entrambe le parti. Qualunque cosa tu scelga di aggiungere o sottrarre, la scelta deve essere piacevole. Quindi:

  • Copia l’elenco degli input positivi e mettilo in un posto ben visibile.
  • Acquista un calendario settimanale con ampi spazi per scrivere.
  • Quando inizi la tua giornata, consulta l’elenco e scrivi sul calendario tre cose specifiche che intendi fare che aggiungeranno soddisfazione alla tua giornata.
  • Alla fine della giornata, spunta quelli che hai realizzato.

L’input positivo è facile da creare. Ad esempio, puoi giocare con tuo figlio, tuo nipote, un bambino o un amico. Oppure fare una telefonata amichevole.
Il punto è scegliere qualcosa e proseguire: non pensare a cambiare le tue abitudini alimentari a meno che non ti senta bene con il cambiamento, come mangiare yogurt gelato invece del gelato o condividere un dessert invece di ordinarne due. Quando diventi creativo e allo stesso tempo mantieni il tuo programma di input positivi, stai adottando un approccio globale per affrontare la vita, e questo è sempre vantaggioso.

 

3 Commenti

  1. Annamaria Ferramosca-
    27 Marzo 2022 at 17:53

    sono nutrizionista e assicuro che tutto ciò che hai detto è vero. viene prima il benessere mentale e poi il fisico!

  2. Francesca Dellisanti-
    23 Marzo 2022 at 11:44

    Per esperienza personale, sento che tutto mi risuona…il cibo c’entra in minima parte effettivamente,piuttosto dipende da come stiamo vivendo ….grazie!

  3. Barbara Scattolin-
    9 Marzo 2022 at 6:37

    Grazie , molto interessante e vero . ♥️

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.