Creare Abbondanza Nella Propria Vita Con La Meditazione

La Natura è sempre “abbondante” e allora perchè tante persone avvertono delle mancanze nella loro vita? Spesso viviamo troppo di fretta e non sappiamo goderci i singoli attimi. Frasi come “Non ho abbastanza tempo” o “Non ci sono mai abbastanza soldi” sono ricorrenti nella nostra vita. Si tratta di frasi senza senso anche perchè nessuno può negare che il tempo è infinito e che la ricchezza può essere creata all’infinito. Allora perchè avvertiamo questa mancanza?

I problemi finanziari ormai attanagliano tutti. L’ansia per la perdita del lavoro ha sostituito il senso di abbondanza e appagamento. Non dovremmo però commettere il grave errore di valutare la nostra vita solo per la mancanza di denaro o per la mancanza di tempo. Sono la mancanza di appagamento emotivo, la mancanza di amore, la mancanza di soluzioni creative i veri problemi che dobbiamo risolvere per colmare le nostre vere lacune.

L’abbondanza è onnicomprensiva, o almeno dovrebbe esserlo. Portare abbondanza nella nostra vita dovrebbe essere il nostro imperativo categorico per stare meglio con noi stessi. E’ importante convincerci che possiamo creare la nostra fortuna per realizzare tutto ciò che desideriamo. Non ha asssolutamente senso affidarsi agli alti e bassi della fortuna. Se aspettiamo che le cose buone ci cadano dal cielo, siamo sconfitti in anticipo, perché è nella natura della vita che anche le cose brutte ci cadano addosso quando meno ce le aspettiamo. Invece di aspettare passivamente possiamo diventare noi i padroni del gioco e stimolare gli eventi affinchè portino gioia, felicità e fortuna.

Trasformare La Negatività in Azioni Positive

Quando siamo negativi e stiamo male, la prima cosa da fare è quella di effettuare un’azione positiva per diminuire la negatività. Ad esempio possiamo farci valere, possiamo dire la nostra verità, possiamo riparare qualcosa che non funzionava, chiedere aiuto oppure chiedere consigli ad una persona saggia. E’ importante allontanare le negatività e tutte quelle situazioni che non possono essere cambiate e che non dipendono dalla nostra volontà. Insomma, le possibilità per uscire dal loop mentale negativo sono davvero tante.

Migliorare Le Prospettive

Nelle brutte situazioni, le persone tendono a contrarsi e a ritirarsi in sè stesse. Dire a sé stessi “è un problema mio” porta all’isolamento, che fa sentire la mancanza ancora di più. Nessuno vuole essere un peso per gli altri e tutti vogliono preservare la propria dignità, ma altre persone hanno già passato quello che stiamo passando noi. Hanno affrontato la mancanza e la perdita, sono sopravvissuti al dolore e alla fine ce l’hanno fatta. Aiuta enormemente essere in contatto con una persona che ha avuto il nostro stesso percorso, perchè rappresenta l’emblema che possiamo farcela tutti. Spesso tendiamo a dire a noi stessi “non c’è speranza, sono impotente, nulla cambierà o migliorerà mai”. Questa è la voce della futilità che ci rende disfattisti. Ma non bisogna mai dimenticare che quella voce negativa non siamo noi. Dobbiamo respingere con fermezza la voce della futilità e ricordare a noi stessi che quella voce è sbagliata e non ci porta da nessuna parte.

Espandere la Nostra Consapevolezza Con La Meditazione

Il più grande nemico dell’abbondanza è la contrazione. Quando ci troviamo in una situazione difficile, sentiamo che non c’è via d’uscita e un senso di vuoto ci pervade. L’espansione è la grande amica dell’abbondanza. Come possiamo espandere la nostra consapevolezza? Per cominciare, dedichiamo del tempo ogni giorno alla pace e alla tranquillità. Il cervello ha un meccanismo naturale per reimpostarsi e tornare in equilibrio. Diamo una possibilità a questo meccanismo. Se continuiamo ad ascoltare rumori e patire lo stress senza fermarci mai, non faremo altro che peggiorare le cose. Rechiamoci in un luogo tranquillo e siediamoci con gli occhi chiusi almeno due volte al giorno, per qualche minuto. Diamo spazio alla pratica della meditazione consapevole per fermare il tempo. Concentriamoci sul nostro respiro e sul nostro corpo. Isoliamoci dal contesto in cui ci troviamo e impareremo a riprenderci in mano la nostra vita e a riappropriarci delle nostre emozioni. In questo modo alleneremo il cervello a vivere il presente e a cancellare tutti i brutti pensieri legati al passato e ad eliminare le angosce e le preoccupazioni per il futuro.

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.