DOMANDA A DEEPAK SU MEDITAZIONE, SONNO, FORZA DI VOLONTÀ

Domanda: Meditazione Vs Sonno

Caro Deepak,

Mi sono interessato alla meditazione ed a come attraverso questa pratica ci si possa rilassare. Tuttavia ogni volta che ho provato mi sono chiesto: Aspetta! Non si tratta esattamente di dormire?! Chiudere gli occhi e lasciar andare tutti i pensieri è esattamente quello che provo quando dormo. Potrei sognare di tanto in tanto, ma poi l’idea di disconnessione dalle mie preoccupazioni quando sono sveglio è esattamente ciò che ottengo con il sonno. Ma cosa mi sto perdendo? Sarei interessato a capire la differenza tra una meditazione corretta ed un sonno adeguato?

Risposta:

La meditazione dà al corpo e alla mente un riposo molto più profondo del sonno. Si tratta comunque di un’esperienza fisiologica soggettiva molto diversa per ognuno di noi. E questo può vedersi attraverso le misurazioni EEG del cervello, i livelli ormonali nel sangue e il metabolismo cellulare. Ma il vero valore della meditazione va ben oltre il riposo; è come ci risvegliamo al nostro vero Sé e come raggiungiamo il nostro pieno potenziale umano. Il sonno non ti dà questo.

Con amore,
Deepak

Domanda: come comprendere la mia esperienza profonda di meditazione

Caro Deepak,

La mia esperienza di circa 30 anni fa è leggermente differente da quella che ho letto di altre persone. Dopo alcuni mesi di meditazione sentivo di poter andare più lontano dallo stato in cui mi trovavo. Paura e trepidazione mi sommersero, come se Dio fosse apparentemente così grande da prendersi cura di me. Quasi istantaneamente ero in completo stato di beatitudine, tutto riguardava l’amore.

Sentivo di far parte del Cosmo. Non potevo vedere ne sentire il mio corpo, ero solo mente. Il mio respiro era sincronizzato con il mio cuore, che batteva forte…come se stessi ascoltando con uno stetoscopio. Le cose mondane non significavano nulla. Avevo capito tutto. Il resto del mondo sembrava addormentato rispetto a quello stato. Non ho mai meditato seriamente dopo questo episodio. Io avevo quasi quarant’anni con una moglie e un figlio piccolo. È molto importante avere un mentore per evitare conseguenze pericolose. La mia domanda è se si può spiegare la mia particolare esperienza?

Risposta:

Questa è la classica esperienza di poter intravedere la totalità dell’Universo nella consapevolezza individuale. Questa è l’esperienza di una mente, dove tutto è sintonizzato con il cosmo, il tuo corpo, la mente, il cuore e lo spirito. C’è solo una totalità dell’essere e tu sai chi sei, e questo è tutto. È una bella esperienza. Quell’esperienza ha piantato in te un seme di realtà che crescerà esattamente come è necessario.

Con amore,
Deepak

Domanda: forza di volontà vs cioccolato

Caro Deepak,

Ho iniziato a leggere il tuo libro “What Are You Hungry For?” ed essendo indiano, è facile per me comprendere i principi dell’Ayurveda. Sto iniziando a modificare il mio stile di vita con pazienza e consapevolezza e mi dà conforto l’ascolto di ciò di cui ho veramente bisogno. Sono consapevole che tutti devono affrontare una sfida per essere in grado di adattarsi ad un nuovo sistema. La mia sfida è un po ‘complicata. Ho un debole per i dolci, e raramente ho comprato del cioccolato prima, sapendo che ne sarei stato “vittima”una volta fatto. Ora lavoro nel reparto marketing di una delle aziende di cioccolato più famose al mondo. Quando ho iniziato il lavoro mi sono sottoposto ad una forte pressione, il che era abbastanza stressante.

Essendo già un po ‘sovrappeso, è stato utile trovare prodotti zuccherini senza sforzo. Inutile dire che ho guadagnato più peso velocemente in questo modo. Dal punto di vista del lavoro, ho successo e mi sento sicuro ora e non ho bisogno di “tranquillizzarmi” con il cioccolato regolarmente. La sfida rimane però: sono sempre circondato da tavolette di cioccolato, praline ecc. Ogni due mesi DEVO (fa parte del mio lavoro) provare una gamma di prodotti e valutarli sulla loro qualità. Hai una soluzione su come posso evitare di cadere in trappola ?? Molte grazie e saluti dalla Svizzera.

Risposta:

Non godrai della simpatia dei lettori per avere un lavoro in cui devi mangiare i migliori cioccolatini svizzeri! Dal momento che li stai mangiando perché hai un debole per i dolci e non per una mancanza emotiva, la tua sfida non è così grande. Lo strumento per cambiare abitudine è quello che hai elencato sopra: più consapevolezza e ascolto di ciò che il tuo corpo desidera davvero. La prossima volta che sarai tentato di mangiare una cioccolata, chiediti se sei veramente affamato o se il gusto del cioccolato si limita ad essere un’esperienza piacevole.

Chiedi al tuo corpo se desidera l’esperienza e le conseguenze del metabolizzare quel cioccolato. Se non sei veramente affamato, domandati cosa vuoi invece del cibo. Col tempo, i canali di comunicazione con la tua mente, il tuo cuore e il tuo corpo saranno chiari e abbastanza forti che le abitudini e le false voglie perderanno il loro potere. E quando hai bisogno di assaggiare le nuove linee di cioccolatini, basta prenderne dei piccoli morsi, abbastanza per poterlo assaggiare, non è necessario finire tutto. Pensa agli assaggiatori di vino che prendono un sorso di vino in bocca per capire il sapore e poi sputarlo fuori.

Con amore,
Deepak

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.