Come Essere Più Consapevoli Spiritualmente

Sono sempre più numerose le persone desiderose di sperimentare una connessione sempre più profonda con la propria spiritualità attraverso lo yoga, la meditazione consapevole, gli studi e i ritiri spirituali. Ma cosa significa essere davvero una persona spiritualmente consapevole e come intraprendere questo viaggio nel proprio io per stabilire una forte connessione con la propria spiritualità?

Cosa Vuol Dire Essere Spiritualmente Consapevoli?

Prima di intraprendre qualunque tipo di pratica occorre fare chiarezza sul concetto di spiritualità consapevole. Le parole possono avere un significato diverso da persona a persona. L’idea di essere “consapevoli” può evocare diversi punti di vista tra diverse persone in tutto il mondo. Per una persona, essere consapevoli può significare che una persona è consciamente consapevole di qualcosa di ovvio, come proteggersi da un rischio o da un pericolo oggettivo. Per un’altra persona, la consapevolezza potrebbe essere interpretata come coscienza umana, secondo gli insegnamenti del grande maestro indiano, Deepak Chopra. In tal senso, è importante chiarire il significato del termine consapevolezza.

Cos’è La Consapevolezza?

La consapevolezza è sostanzialmente una tecnica o una pratica per mantenere la concentrazione su pensieri, parole e azioni. Ci aiuta a disconnetterci dalla frenetica quotidianità in cui siamo immersi ogni giorno per vivere appieno il momento presente. E’ un modo per concentrarsi in modo totale sulla nostra mentalità, sulle nostre emozioni e sui nostri comportamenti. Mindfulness significa prestare attenzione alla bellezza della natura e meravigliarsi dei fenomeni naturali come l’alba e il tramonto o sperimentare la natura sul proprio corpo. Lo facciamo quando nuotiamo nel mare, quando camminiamo a piedi nudi nell’erba o quando fissiamo un cielo stellato di notte. E’ proprio in questi momenti che noi sperimentiamo la consapevolezza della nostra presenza nel mondo e dell’interazione con esso. Anche quando ci sentiamo perfettamente realizzati perchè abbiamo un lavoro che amiamo o una vita sociale apparentemente perfetta, potremmo avvertire dentro di noi
una voce interiore o percepire la presenza di segni attorno a noi oppure incontrare nuove persone che intraprendono il loro percorso spirituale e rimanere incuriosito dalla possibilità di vivere una vita più piena o aspirare a qualcosa di più grande della nostra insignificante routine quotidiana. Potremmo sentirci obbligati a lottare per qualcosa di più significativo, che non sia il denaro o la notorietà e nemmeno i beni materiali o i riconoscimenti.

Potremmo, insomma, avvertire il desiderio di conoscere le nostre vere potenzialità, capire chi siamo veramente, qual è lo scopo della nostra anima in questa vita e la nostra relazione con Dio, il nostro Sé Superiore e l’Universo. Insomma vogliamo raggiungere una consapevolezza dal punto di vista spirituale. Intraprendere questo percorso spirituale significa anche crescere personalmente e migliorare la nostra esperienza complessiva di vita. È bene dedicare un po ‘di tempo a considerare la ragione per cui vorremmo diventare persone più spiritualmente connesse.

Cosa Manca Davvero Nella Nostra Vita?

Se stiamo davvero cercando una connessione più profonda con il nostro Sé, quella parte di noi che va oltre il nostro nome, il nostro lavoro, la nostra casa e le nostre abitudini. Se stiamo desiderando di entrare in contatto con altre persone che la pensano allo stesso modo sulla necessità della scoperta spirituale. Se pensiamo che possa esserci qualcosa di più grande in gioco nella nostra vita. Se tutte queste sensazioni ci ammantano e ci spingono ad esplorare il nostro sé, allora possiamo davvero iniziare questo viaggio verso la nostra vera consapevolezza spirituale.

Uno dei modi più efficaci per diventare più consapevoli spiritualmente è avere una pratica quotidiana di meditazione. La meditazione consiste nel rallentare, entrare dentro e prendere tempo per rimanere in silenzio e fermare il mondo che gira attorno a noi. La pratica ci disconnette dal caos che sta accadendo nella nostra vita e ci porta nel momento presente, proprio qui e proprio adesso.

Prendersi ogni giorno un po’ di tempo per immergersi nella gratitudine, per apprezzare la bellezza che ci circonda non farà altro che ancorarci al momento presente facendoci scoprire quanto ricca sia la nostra vita a dispetto di quello che possiamo pensare. Una buona abitudine potrebbe essere quella di scrivere su un diario della gratitudine tutte le cose positive che ci succedono ogni giorno. Ogni giorno scriviamo qualcosa di cui siamo grati e perché. Ad alcune persone piace fare ogni giorno un elenco di persone, luoghi, cose o esperienze vissute quel giorno che ha portato loro un senso di gioia. Potremo finalmente capire che anche nei giorni più bui, c’è ancora bellezza nella nostra vita e nel nostro mondo.

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.