RESPIRAZIONE: UNA TECNICA PER TRARNE MAGGIORI BENEFICI

La mattina è un momento particolare della giornata, sia per noi che per l’intero Universo. Ti sarai accorto di come c’è qualcosa di puro che appartiene a questa fase della giornata ed infatti più riesci ad accogliere questa energia positiva della mattina più la tua intera giornata ne beneficerà. Comincia la giornata col piede giusto sviluppando l’abitudine di fare degli esercizi di respirazione o Pranayama, che ti aiuteranno ad alleggerire il tuo spirito.

Prana in Sanscrito è la parola che si riferisce alla forza vitale che anima tutti gli esseri viventi, che nutre e supporta ogni cellula di ogni tessuto del nostro corpo ed aiuta tutti i processi circolatori del nostro organismo. Lo scopo ultimo del Pranayama è di aiutarci ad alleviare la sofferenza e raggiungere invece l’autorealizzazione. Entrando maggiormente in connessione con il nostro respiro, stabiliamo un legame con l’energia universale.

Esistono molti esercizi differenti di Pranayama e tutti hanno i loro benefici. Scegliere quello più adatto dipende da come ci sentiamo al mattino. Questi sono alcuni tra i più comuni: Bhastrika, Kapalabhati, Nadi Shodhana, Ujjayi.

In generale è consigliabile fare questi esercizi 5-10 minuti al mattino ed alla sera.

Se sei abituato a fare la tua pratica di meditazione la mattina, sarebbe meglio fare prima questo esercizio di respirazione. Si inizia riportando la nostra concentrazione su noi stessi, cercando di limitare il vagare della mente da un pensiero ad un altro.

Ecco anche altri consigli da tenere in mente:
– soffiati il naso prima di cominciare e tieni vicino a te dei fazzoletti;
– evita ogni sforzo, se ti senti stordito o non a tuo agio, fermati un momento fino a quando non ti sentirai meglio;
– fai questo esercizio in una stanza il più possibile priva di distrazioni;
– se ti senti ansioso fermati e riprendi solo quando andrà meglio;
– fai prima dei respiri vigorosi e poi dei respiri lenti ma fai delle piccole pause tra gli uni e gli altri;
– comincia con un minuto di esercizio a settimana, così da permettere al tuo corpo di abituarsi, poi appena ti senti pronto aumenta la pratica a 5/10 minuti.

Il Pranayama può avere un effetto depurativo sia per il corpo che per la mente quindi è perfettamente normale se avverti particolari sensazioni fisiche o senti emergere delle emozioni forti. Ricordati che stai lavorando per aprire i tuoi canali energetici e rimuovere invece quell’energia stagnante che limita il tuo potenziale. Vanno prima eliminate le cose negative per sentirsi meglio. Sii indulgente con te stesso e fermati quando vuoi, ma continua ad esercitarti con costanza.

Ecco un semplice esercizio con cui iniziare, si chiama Complete Belly Breath!

1) Posiziona una mano sulla pancia e rilassa i muscoli addominali.
2) Inspira lentamente attraverso il naso, fai arrivare l’aria fino alla fine dei tuoi polmoni, dovresti sentire il tuo addome sollevarsi verso l’alto.
3) Durante lo stesso respiro senti la cassa toracica espandersi fino ai muscoli del collo.
4) Fai una pausa ed espira dalla bocca, fai uscire completamente l’aria dai polmoni.
5) Alla fine di questo respiro cerca di tirare in dentro la pancia quasi a far toccare l’ombelico con la spina dorsale e cerca di far uscire ogni residuo di aria rimasto nei tuoi polmoni.

Includi questo esercizio di respirazione nella tua routine mattutina, è uno dei modi più semplici ed efficaci per migliorare il tuo benessere. All’inizio potresti sentirti strano ma non scoraggiarti è assolutamente normale.

Come tutte le cose nuove richiede un po’ di tempo per abituarsi ma presto non potrai più farne a meno!

Un commento

  1. Rosanna Bossone-
    22 novembre 2018 at 10:29

    di solito faccio la “respirazione meditativa” di 5 minuti ogni mattina e se mi va anche la sera. Sottoposta a stress non l’ho fatto più per un paio di settimane. Con la meditazione di Deepak sulla gratitudine ho ripreso e al terzo giorno…è successo un fatto insolito per me perché è la prima volta che le emozioni si sono “allentate” in tal modo. Durante la meditazione e respirazione mi si sono gonfiati gli occhi di lacrime e scendevano lungo il viso.

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.