La meditazione è un percorso di guarigione e il tuo corpo prende esattamente ciò di cui ha bisogno dalla pratica ed esperienza. Quando noti che la tua attenzione si distrae dal mantra per focalizzarsi su un pensiero o su cosa succede al tuo corpo, gentilmente riporta la tua attenzione sulla ripetizione del mantra.  Il tempo che riuscirai a stare nel “gap” aumenterà di volta in volta se mediti con regolarità, coltivando la quiete interiore.

Sappiamo che  questo processo non è proprio facile, soprattutto per chi ha iniziato da poco, e infatti in questi anni , i partecipanti ai 21 giorni ci hanno inviato  diverse domande sulle sensazioni fisiche provate durante la meditazione. Di seguito le domande più comuni con le risposta direttamente dal Dott. Deepak Chopra, con l’augurio  che ti supportino nella tua pratica meditativa.

 

Sensazione di solletico

Domanda: Qualche volta quando medito, sento una strana sensazione intorno l’area del mio cuore. Ho voglia di ridere e contemporaneamente sento un senso di ansia o di paura. Se continuo con la meditazione, sento che il cuore si apre a diverse sensazioni.. una parte di me si sente molto vulnerabile e spaventata e un’altra parte calma e rilassata. Cosa potrebbe significare?

La risposta di Deepak:
Durante la meditazione possiamo provare qualsiasi tipo di sensazione fisica nel nostro corpo. Questo perché la mente e il corpo sono strettamente collegati, quando la mente sperimenta un espansione, il corpo guadagna uno stato profondo di riposo per normalizzare eventuali squilibri che potrebbero nascere nel corpo.

La sensazione che senti nel cuore è proprio questo processo di normalizzazione, consentendo una più completa espressione delle tue emozioni. Anche il senso d’ansia e di timore fanno parte di questo stesso processo. Non dare troppa importanza a queste sensazioni ed emozioni. Si tratta di un processo prezioso, ma non focalizzarti su esso, semplicemente ritorna nel tuo stato meditativo.

 

 “Spasmi” durante la meditazione

Domanda: negli ultimi mesi ho avvertito dei movimenti (molto simili a dei tic) inusuali durante la meditazione. Probabilmente è una coincidenza, ma tutto ciò è iniziato da quando sono diventato volontario al reparto oncologico dell’ospedale. Quando finisco il turno sento la necessità di sedermi sotto un albero per meditare o comunque fare qualcosa per liberare la mia energia. Vorrei chiedervi se ciò che mi succede durante la meditazione è legato al mio lavoro e se avete qualche suggerimento per riallineare la mia energia.

La risposta di Deepak

I tic o altri movimenti fisici durante la meditazione sono molto comuni quando il corpo sta rilasciando condizioni più intense di stress. Ciò deriva proprio dal fatto che sei più stressato del solito, e potrebbe dipendere anche da altro. Non c’è modo di saperlo con certezza. Comunque non c’è niente di cui preoccuparsi. L’importante è che tu ci stia lavorando.

Stare un po’ all’area aperta dopo il lavoro è un buon modo per aiutarti a rilasciare lo stress e la tensione che hai accumulato la tua giornata. Indipendentemente dai fattori che scaturiscono questi tic, fai qualsiasi cosa ti aiuta a rilasciare lo stress. Lunghe passeggiate, respiri profondi, parlare con amici, yoga, guardare film divertenti o fare un bagno caldo. Fai le cose che ti aiutano a rilassarti in modo da essere più calmo e centrato anche nella meditazione.

 

Difficoltà a stare svegli

Domanda: Ho molta difficoltà a rimanere sveglia quando medito! Quando, dove e che posizione uso per meditare non sembra fare differenza. Quando mi concentro e riesco ad entrare nella quiete del silenzio, subito dopo ho come la sensazione di sognare e inizio ad addormentarmi. Ho un forte desiderio di dormire.
A volte mi concedo questo desiderio altre volte mi obbligo a stare sveglia. A me piace dormire, vado a letto intorno alle 10 e riesco a dormire subito, mi sveglio una o due volte ma riesco a riprendere sonno immediatamente. Mi sveglio ogni mattina tra le 5 e le 6 e non sono mai stanca durante la giornata. Hai qualche consiglio da darmi?

La risposta di Deepak
Vai avanti e sentiti libero di dormire se ne senti il bisogno durante la meditazione. Non è una buona idea forzare te stesso a stare sveglio. Anche se non hai particolari problemi di deficit del sonno, qualche volta può succedere che quando mediti il tuo corpo ha bisogno di dormire solo per rilasciare un tipo particolare di energia. Non preoccuparti, lascia che il tuo corpo si muova nella stato di cui ha bisogno e quando questa condizione oppure lo stress è stato rilasciato, la tua meditazione tornerà come lo è sempre stata.

 


Spontanei movimenti delle mani e della testa

Domanda:

A volte quando medito, le mie mani (specialmente quella destra) si alzano e inconsciamente inizio a girare i polsi. Ho avuto sensazioni simili anche per la testa in quanto la sentivo allungarsi oltre le spalle. I movimenti sono molto forti e potenti, altre volte lenti e quasi metodici. Non mi sono (ancora) allarmato dai movimenti, perché non sono dolorosi (lo stretching è quasi piacevole come lo yoga) ma sembrano impedirmi di meditare regolarmente. Se avverto queste sensazioni, devo interrompere immediatamente la meditazione o in qualche modo dirigere la mia mente a “parlare con il mio corpo”? Cosa sta succedendo? Grazie.

La risposta di Deepak
Mentre la mente si assesta in meditazione, il corpo la segue in termini di riposo più profondo, respirazione più morbida e basso tasso metabolico. Ogni volta che il corpo ottiene un’opportunità di riposo profondo, coglie l’occasione per ripulire le vecchie tensioni e i traumi che potrebbero esserci stati nel passato. In genere questo stress accumulato viene rilasciato durante la meditazione con movimenti fisici poco percettibili, ma a volte, quando lo stress è impresso più profondamente, allora si possono verificare movimenti più pronunciati.

Questo è perfettamente normale. Assicurati di mantenere un atteggiamento neutrale durante tutto il processo. Non avere paura di queste sensazioni e non costringere il tuo corpo a fare movimenti più forti pensando di aiutare il processo di rilascio. Se costringi i movimenti, corri il pericolo di andare al di là del suo bisogno naturale. Una volta che lo stress è stato eliminato, i movimenti si fermeranno da soli.

 

Freddezza nelle dita delle mani e dei piedi

Domanda:
Qualche volta sento questa sensazione di freddo sulle dita delle mani e dei piedi durante la meditazione. Non so se la meditazione è debole o profonda quando accade. Inoltre, qualche giorno fa ho sentito questa stessa sensazione fuori dalla pratica meditativa su tutto il corpo.. Il centro sembra partire al di sotto della colonna vertebrale.

È l’energia Kundali? Cosa può significare? Cosa dovrò aspettarmi ancora? Ho sentito dire che questa energia Kundali potrebbe essere anche pericolosa se usata in maniera inappropriata. Ci sono cose che dovrei o nondovrei fare? Ho fatto anche Kapalabhati ( che serve proprio per invocare questa energia Kundali) quattro anni fa e ho iniziato con la meditazione nove mesi fa – quando ho realizzato che noi non siamo i nostri pensieri ma molto altro. I tuoi consigli potrebbero essere molto utili.

La risposta di Deepak
La sensazione di freddezza è coerente con il movimento dell’energia kundalini che accompagna l’espansione della coscienza. In se questa sensazione non significa niente. Ciò che importa è quanto il vero Sé si sia risvegliato. È meglio non crearsi troppo aspettative di quello che potrebbe succedere dopo. Queste esperienze sono estremamente suscettibili alle aspettative, quindi è meglio lasciare che ciò che accade avvenga naturalmente senza anticipazione.

Finché queste sensazioni non sono fastidiose e non disturbano la tua routine quotidiana, continua la tua vita come al solito. Se i sintomi diventano difficili da gestire, probabilmente dovrai stoppare per un periodo il Kapalabhati. Non preoccuparti di quanto profondamente stai andando in meditazione. Quello che è iimportante è fare la meditazione in modo corretto, tutto il resto verrà da se. In questo momento otterrai ciò di cui hai bisogno, debole o profonda che sia la tua pratica meditativa.

 

Onde di energia e Mal di Testa

Domanda:
Qualche giorno mentre facevo meditazione ho notato un’onda energetica potentissima che quasi ha mosso la mia mente di 360 gradi. Non volevo limitarla e volevo che in qualche modo finisse il suo corso ma quando è diventata forte ha smesso. Ora il mio problema è che ho avuto qualche dolore al centro della mia testa subito dopo questa sensazione. Se possibile puoi farmi capire di cosa si tratta?

La risposta di Deepak :

Sembra che questa ondata di energia abbia attivato il rilascio di uno stress o condizionamento profondamente radicato che non è stato ancora completamente rilasciato. A volte possono essere necessari alcuni giorni o addirittura un paio di settimane per alcuni stati emozionali incisi  nel profondo per guarire completamente, e durante quel periodo è possibile che ci sia qualche forma di disagio e disallineamento tra il corpo e la mente.

Durante questo periodo, ti consiglio di dormire di più durante la notte, di fare yoga o qualsiasi altra cosa possa rilassarti prima di fare meditazione. Il mal di testa potrebbe in questo modo andare via in qualsiasi momento.


Sensazione di disorientamento

Domanda:

Io medito regolarmente due volte al giorno per 20 minuti.  Qualche volta durante la pratica ho come la sensazione di  non avere il senso della posizione del mio corpo. Ho come la sensazione di muovermi  in senso antiorario in una spirale. Puoi aiutarmi a capire cosa sta succedendo?

La risposta di Deepak

È sempre una buona idea fare un esame fisico completo se continui a provare una sensazione di vertigini quando sei in meditazione o quando sei semplicemente seduto. Una volta che hai escluso qualsiasi problema fisico organico, non preoccuparti perché questi sentimenti temporanei di disorientamento non sono rari in quanto il corpo guarisce i diversi traumi attraverso i sensi.

Di solito non durano molto, solo un momento. Se la sensazione persiste e diventa fastidiosa è meglio aprire gli occhi e smettere di ripetere il mantra.. Dopo che hai riacquistato l’equilibrio, puoi ri-iniziare a ripetere il mantra. Una volta che lo stress sottostante è stato rilasciato, il senso di equilibrio dovrebbe tornare.


Sentimenti di nausea e calore

Domanda:
Stavo meditando stasera quando all’improvviso, dopo circa ventotto minuti, un’enorme ondata di nausea e di calore mi ha sopraffatto. Sono uscito dalla meditazione per fare alcuni respiri profondi e piegarmi in avanti, e poi la nausea è andata via. La mia domanda è.. avrei dovuto continuare coon la meditazione  o ho fatto bene a smettere?

La risposta di Deepak
Hai gestito correttamente questa sensazione. Quando una sensazione è così forte che diventa impossibile continuare a meditare, allora è bene occuparsi di quello che il corpo ci domanda e prendercene cura fino a quando non si attenua. Quando invece non sono così forti, puoi trattarli come qualsiasi altro pensiero che ti viene durante la meditazione e tornare gentilmente sul mantra.

Ma nel tuo caso hai detto che la nausea e il calore ti hanno sopraffatto, quindi in una situazione del genere non dovresti cercare di costringere la tua mente a tornare sul mantra quando è completamente coinvolta in un processo di rilascio fisico. Fermando il mantra, respirando profondamente, e rimanendo con esso fino a quando non va via, hai fatto bene.

 

Dolore nella parte superiore del corpo

Domanda:

L’anno scorso ho imparato la meditazione del suono primordiale e da allora ho meditato ogni mattina e sera. Recentemente ho avuto molti mal di testa, spalle e schiena. Durante la meditazione i dolori sono più forti e le spalle e le braccia diventano più pesanti. Quando lo sento, non riesco a rilassarmi. E ‘abbastanza normale o c’è qualcosa di sbagliato nella mia tecnica di meditazione?

La risposta di Deepak
A volte possiamo sperimentare dolori articolari e muscolari in meditazione soprattutto se stiamo rilasciando un profondo trauma del passato. Ciò non significa che stai meditando in modo errato. Al contrario, significa che la tua pratica è efficace e corretta perché stai guarendo dal vecchio condizionamento molto rapidamente.

Continua a meditare senza sforzo e senza preoccuparti del dolore fisico. Smetteranno quando il tuo corpo avrà rilasciato completamente il condizionamento del passato. Potrebbe aiutarti fare un po’ di yoga prima e dopo la meditazione per aiutare il corpo a rilasciare il dolore. In più, prova a farti fare un massaggio una volta a settimana e fai un bagno caldo ogni giorno fino a che questo disagio che senti non scompare del tutto.

 

 

Senso di Espansione e Inclinazione

Domande:
Qualche volta quando medito ho come la sensazione di “crescere”. Come se diventassi alto quanto la stanza. A volte mi sento anche inclinato di 45 gradi ma il mio corpo in realtà è dritto. Cosa significano queste strane sensazioni?

La risposta di Deepak
Questa sensazione è molto comune a chi medita. Quando la consapevolezza diventa più raffinata e astratta, è come se i confini spaziali e l’orientamento del corpo potessero sentirsi distesi o distorti. Quindi potremmo sentirci molto alti o massicci, inclinati o girati. A volte le persone riferiscono che il loro corpo si sente incredibilmente denso e estraneo a loro. Queste sono tutte normali sensazioni di meditazione come conseguenza della mente che sperimenta più sottili regni di pensiero.

35 Commenti

  1. Rosy Hodelin-
    25 novembre 2018 at 14:57

    Grazie! !!

  2. Giusy Santonastaso-
    29 maggio 2018 at 20:08

    Ho una pratica di meditazione da 30 anni, ma quello che sta succedendo ora con la pratica dei 21 giorni è un nuovo modo di disciplinarmi alla regolarità. Per me è molto utile rispondere alle domande, per far capire alla mente, che siamo alleati, ma che lei non comanda . Grazie per questa bella esperienza di condivisione

  3. Anna Maria Arabia-
    29 maggio 2018 at 17:47

    E’ la seconda meditazione che faccio con Deepak e mi sono accorta che appena inizia il mantra avverto improvvisamente un vuoto della mente che dura fino al suono del campanello vorrei capire che stato è, grazie!

  4. Stefania Savo-
    29 maggio 2018 at 17:16

    Con questa meditazione ho scoperto un nuovo mondo . Dopo un anno e mezzo di ansia (che sfociava spesso in depressione) , sto iniziando a rinascere e sconfiggere lo stato di paura che avevo dentro di me . Non so il perché , forse mai lo saprò il motivo di origine … Ho fatto mille visite x escludere fattori organici e per fortuna è tutto ok .. era la mia mente che non andava…ormai rinchiusa nel circolo vizioso di ansia che si ripercuoteva in modo impressionante sul mio corpo. Giustificavo tutto questo dicendomi che era qualcosa di fisico… Invece adesso ho capito e accettato che tutto partiva dalla mia mente .. ogni giorno sono diventata sempre più consapevole del mio stato… ai sensi di paura e ansia non mi opponevo più … Non facevo più resistenza ai sintomi negativi ….tuttora capita qualche volta durante il giorno …cerco di non farmi coinvolgere più di tanto e vado avanti .
    È come se questa paura me la faccio “amica” cercando di farla passare. Sto seguendo tanti vostri consigli. Grazie , grazie di tutto. È un mondo fantastico e ogni giorno scopro nuove cose. Da adesso in poi credo che mediterò ogni giorno !

  5. Alba Sgarzi-
    29 maggio 2018 at 10:33

    Molto belle le indicazioni ed il sentirsi accompagnati. Grazie per la vostra generosità che mi aiuta ad aprirmi alla mia

  6. Adelaide Rizzitelli-
    28 maggio 2018 at 17:40

    Un grazie grandissimo per essere presa per mano in questo percorso cosi intimo e profondo.
    Sentirmi non sola mi da una grande spinta a proseguire e mantenere vivi i contatti con me stessa e l’Universo in modo regolare e continuo.
    Grazie per questa splendida occasione di risveglio alla pienezza del vivere.

  7. mArco Caporale-
    28 maggio 2018 at 14:40

    Io, mai fatta meditazione guidata da un “maestro”, durante una delle prime mi sono quasi appisolato poi agganciato al mantra quindi col tornare della “presenza” mi sono trovato davanti un mandala tibetano dalla colorazione rosso scuro con 4 lati od ingressi..
    Che cosa significa? Grazie mArco Urbino.

  8. Jamini Roberta Bertagna-
    28 maggio 2018 at 12:44

    SONO 18anni che faccio meditazione e l ho insegnata. DATO che sono una persona che ama sperimentare e conoscere nuove cose ho provato le meditazioni. di Dipak questo è il 4ciclo di 21giorni che faccio lo trovo molto inteso e pieno di nuove conoscenze che sto applicando nel quotidiano e che mi sta portando a scelte per il mio bene assoluto vediamo cosa succederà durante il percorso trovo queste meditazioni di tutte quelle che ho fatto la più efficace. Buon proseguimento a me e agli altri. Jamini

  9. Lorenzo Catalano-
    28 maggio 2018 at 11:42

    Ho iniziato a meditare durante una depressione severa in cui sono stato ospedalizzato. Ho letto libri non solo di Deepak ma anche di altre guide spirituali e il mio percorso di mindfulness ha preso il via un anno prima e durante il ricovero. Oggi sto bene e sono profondamente cambiato. Devo ringraziare Deepak per avermi mostrato una via che oggi e la via della vita che seguo quotidianamente. La meditazione è un pilastro su cui dobbiamo poggiare le nostre menti e mi sento solo di consigliare per esperienza di essere molto disciplinati e fate pratica ogni giorno. Bastano pochi minuti se un giorno avete poco tempo ma non saltate l’appuntamento con voi stessi. Grazie Deepak per quanto mi hai donato ed insegnato. Namastè.

  10. Marina Toso-
    28 maggio 2018 at 8:46

    Grazie, sempre molto utile e soddisfacente, come ogni volta!

  11. Ubaldo Slanzi-
    27 maggio 2018 at 23:49

    GRAZIE per le Meditazioni …Sono Veramente Speciali e Rilassanti…GRAZIE Ubaldo

  12. maria cristina rinaldi-
    27 maggio 2018 at 22:59

    Ho avuto benefici inconsueti, senza che mi accorgessi: da quando ho iniziato la meditazione non battibecco più con il mio compagno ( questo è ciò che ho notato) non ho risolto ancora l’ansia che mi viene quando decido di andare via da lui e cambiare vita …..

  13. Roberta Sguario-
    27 maggio 2018 at 21:46

    Spesso appena finita la meditazione sto bene e mi sento in pace. Ma appena riprendo le mie attività a volte problematiche, sento che mi disconnetto.
    C’è qualche indicazione oltre l’esercizio costante?

  14. Maria Mossuto-
    27 maggio 2018 at 21:23

    Per me la meditazione in questi sette giorni ho avuto reazioni diversi, un giorno mi sento stressata ,on giorno riesco a percepire cose come consapevolezza di v qualcosa di nuovo,ma vorrei avere più reazione è concentrazione durante la giornata cosa che mi manca non so cosa fare .

  15. Emanuela Magarotto-
    27 maggio 2018 at 20:49

    Quando sono in meditazione io ascolto il mio corpo e sento che ha una consistenza diversa lo sento pesante e immobile, se volessi muovere anche un solo dito è una cosa faticosa, però ascolto il respiro il battito cardiaco e mi sento bene leggera e libera ; si ogni tanto passa a alche pensiero disturbante ma mi concentro subito nell ascolto della musica delle vibrazioni di energia che mi fa stare bene dopo la meditazione ricordo poco o niente

  16. Emanuela Magarotto-
    27 maggio 2018 at 20:47

    Quando sono in meditazione io ascolto il mio corpo e sento che ha una consistenza diversa lo sento pesante e immobile, se volessi muovere anche tu n solo dito è una cosa faticosa, però ascolto il respiro il battito cardiaco e mezzo sento bene leggera e libera ; si ogni tanto passa a alche pensiero del studiante ma mi concentro subito nell ascolto della musica delle vibrazioni di energia che mi fa stare bene dopo la meditazione ricordo poco o niente

  17. Anna maria Sanzolini-
    27 maggio 2018 at 20:19

    Sono molto grata di queste meditazioni è la prima esperienza e mi piace moltissimo perché mi calma e mi rilassa addirittura una volta mi sono addormentata. Sento una pace interiore per tutto il giorno e sento che lo stress sta andando via. Prendo le cose che non vanno con più filosofia e mi sento più forte interiormente GRAZIE

  18. Maria Carla Brutto-
    27 maggio 2018 at 17:10

    Mi é stato sempre detto di uscire molto lentamente dalla meditazione,anche x gli occhi..iniziare ad aprirli guardando verso il basso

  19. Silvia Danila Vannucci-
    27 maggio 2018 at 16:58

    Una profonda gratitudine per questo ciclo di meditazioni. Ho l’abitudine di meditare tutti i giorni da diversi anni. Le vostre meditazioni mi hanno aiutato a raggiungere livelli di pace e concentrazione più profondi.
    Grazie

  20. Cristina Sundari Innocenti-
    27 maggio 2018 at 16:26

    Riconosco che la meditazione quieta la mente e ti aiuta a capire ciò che veramente sei, al di là della mente e delle emozioni. E fino a qui tutto molto bello, ma quando riapri gli occhi, o meglio il tuo cervello ricomincia a funzionare e si aggancia a situazioni che sto vivendo nn piacevoli di solitudine e nn so come cambiare questo! E allora la mente comunque ti crea un disagio interiore che anche se nn ci vuoi credere lo crea…. quindi ecco il cane che si morde la coda ed ecco la nascita della sofferenza……nn so se potete rispondere, e questo dare un consiglio, ma io l’ho scritto!,

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.