Stress Emotivo E Disturbi Emotivi

Lo stress emotivo non ha una sola causa ben definita, ma spesso nasce da una serie di fattori che possono favorire una predisposizione a questo tipo di disturbo e gli adolescenti non ne sono esclusi. La capacità delle persone (soprattutto adolescenti) di gestire le emozioni può essere influenzata positivamente o negativamente dalla vita domestica e dall’ambiente scolastico. Fortunatamente, i disturbi emotivi possono spesso essere rilevati e trattati già in tenera età, dalla scuola elementare o media. Anche questo periodo difficile che stiamo vivendo e lo stress da Covid è particolarmente sentito dai ragazzi giovani perché vedono privarsi di quella libertà che avevo appena acquisito con la crescita.

Il disturbo emotivo negli adolescenti si verifica più frequentemente nell’ambiente scolastico, alcuni segni e sintomi sono la difficoltà di apprendimento non giustificata da problemi intellettuali o altri problemi di salute. Incapacità di sviluppare relazioni interpersonali sane con insegnanti e colleghi. Pensieri, emozioni o azioni inappropriate in circostanze normali. Infelicità frequente, depressione, paura o ansia per questioni di natura sociale o per la scuola.

Gli squilibri chimici nel cervello e nel corpo dell’adolescente possono rendere la gestione delle emozioni una sfida. Di seguito sono riportati alcuni fattori biologici che possono contribuire al disturbo emotivo. Ad esempio l’esposizione prenatale a droghe o alcol, una malattia fisica o una disabilità o uno stile di vita alimentare inadeguato. A volte possono concorrere anche fattori ereditari.

Le Cause Correlate Ai Disturbi Emotivi

I problemi a casa possono essere la prima causa di stress o ansia per un adolescente. I problemi della vita domestica che sono stati correlati al disturbo emotivo includono un basso reddito familiare inferiore al livello di povertà. Lo stress nell’unità familiare a causa del divorzio o di qualche altro disturbo emotivo. Regole o aspettative incoerenti nonché disciplina incoerente e malsana. Mancanza di interesse o preoccupazione per l’adolescente, il che porta a una mancanza di supervisione o abbandono. Genitori o fratelli che abusano fisicamente dell’adolescente
C’è un basso tasso complessivo di interazioni positive e un alto tasso di interazioni negative nella famiglia delle persone affette da questo tipo di disturbo. A volte le situazioni a scuola possono essere la causa di disturbi emotivi negli adolescenti. I disturbi emotivi non colpiscono solo gli adolescenti ma possono riguardare anche persone già strutturate dal punto di vista fisico o mentale che hanno subito un trauma o che vivono una condizione di forte frustrazione come la perdita del posto di lavoro o di una persona cara.

I Possibili Rimedi allo Stress Emotivo

Se per l’adolescente il modo migliore per prevenire disturbi emotivi è quello di correggere i fattori della vita sociale o scolastica che potrebbero contribuire al problema, nel caso delle persone più mature esistono altri rimedi. Si può chiedere una consulenza psicologica oppure si può anche ricorrere alla meditazione consapevole per recuperare il rapporto con sé stessi. Una delle conseguenze dei disturbi emotivi è la dissociazione. La meditazione consapevole può aiutare coloro che soffrono di questo disturbo per ritrovare le motivazioni perdute e il rapporto con sé stessi.

Numerosi studi hanno dimostrato che la meditazione è un efficace strumento di gestione dello stress. Attraverso la pratica possiamo “riprogrammare” il cervello e acquisire una maggiore capacità di gestire lo stress (quando la meditazione diventa una pratica quotidiana). Nell’addestrare la mente ad essere più aperti e meno reattivi, siamo più in grado di far fronte alle numerosi fonti di stress della vita – nella carriera, nella famiglia, nelle relazioni e nella gestione delle difficoltà economiche.

Fisiologicamente parlando, lo stress innesca il sistema nervoso autonomo, portando a un picco nel rilascio di adrenalina e cortisolo – gli “ormoni dello stress”. Troppa epinefrina può aumentare il rischio di infarti e ictus mentre troppo cortisolo può influire sulla nostra salute in molti modi: aumentando i livelli di zucchero nel sangue, sopprimendo il sistema immunitario e restringendo i vasi sanguigni.

Quando questi ormoni vengono rilasciati nel flusso sanguigno, il fegato produce più glucosio, che è ciò che fornisce l’energia per attivare il nostro meccanismo di lotta o fuga. Di conseguenza, siamo cablati per entrare in modalità di reazione ogni volta che ciò accade, causando un aumento della pressione sanguigna, della frequenza cardiaca e dei livelli di colesterolo, il che indebolisce il nostro sistema immunitario, i livelli di energia e il sonno.

L’esperienza di stress di ognuno è, ovviamente, diversa. L’entità del nostro stress dipende in gran parte dalle esigenze che ci vengono poste e dalla responsabilità che assumiamo. Attraverso la meditazione consapevole possiamo tornare ad impadronirci delle nostre emozioni, attenuando progressivamente questi sintomi che col tempo, possono diventare invalidanti.

Approfondimenti Pratici

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.