Vivere in Armonia Con Le Stagioni

Un insegnamento importante che possiamo trarre anche dalla meditazione è che il nostro corpo è indissolubilmente connesso all’ambiente che ci circonda. L’ambiente può acquisire anche la valenza di prolungamento del nostro corpo. Quindi, qualunque cosa stia accadendo fuori in natura, si esprime anche attraverso di noi che siamo in grado di condizionarne i ritmi e i tempi.

La presenza dei Cinque Elementi, Spazio, Aria, Fuoco, Acqua e Terra, si trova ovunque in natura, comprese le stagioni dell’anno, ecco perchè durante le quattro stagioni cambia il modo di percepire ciò che ci circonda. Se raggiungiamo la consapevolezza delle qualità espresse durante le diverse stagioni, possiamo ottenere un perenne equilibrio nel corso delle varie fasi dell’anno.

Spazio e Aria combinati tra loro ci regalano secchezza, freddo e leggerezza e creano movimento.
Le qualità di Fuoco e Acqua rappresentano calore e umidità e facilitano la digestione e il metabolismo. Le qualità dell’Acqua e della Terra sono pesanti, solide, umide e creano struttura e coesione.Quando queste qualità della natura formano determinate combinazioni descritte con il termine dosha, sono in grado di riverberarsi anche all’interno della nostra fisiologia. Queste combinazioni vengono identificate con i termini Vata, Pitta e Kapha.

Esplorare le stagioni da una prospettiva diversa

Dal tardo inverno all’inizio della primavera abbiamo la stagione Kapha in cui sentiamo le qualità dell’acqua e della terra nell’ambiente quando la neve si scioglie e inizia la pioggia. Con l’autunno inizia invece il periodo denominato Vata, in cui lo spazio e l’aria aumentano e le cose si raffreddano mentre il clima diventa secco e ventoso. La tarda primavera fino all’estate è il periodo di Pitta quando il caldo aumenta, le qualità degli elementi fuoco e acqua sono dominanti e le piante accumulano energia dal sole. Durante le transizioni stagionali alcuni dosha e le loro qualità si accumulano ed è comune sperimentare una fase di squilibrio interiore. Se siamo circondati da vento freddo e secco, il Vata dentro di noi si accumula; il caldo aumenta Pitta soprattutto quando è umido mentre il tempo freddo, umido o la neve provocano l’accumulo di kapha. Nel corso dell’estate, il nostro corpo si riscalda con le temperature che si alzano progressivamente. Le giornate sono più lunghe, il sole è più caldo e il nostro livello di attività in genere aumenta.

Nella calura estiva siamo in piena stagione Pitta. Di conseguenza, possiamo sentire un accumulo di calore sia nel corpo che nella mente. Nel corpo, questo può manifestarsi come pelle pruriginosa o arrossata, bruciore di stomaco, acidità, infiammazione delle articolazioni o dei tessuti o semplicemente sensazione di caldo. Nella mente, il calore può manifestarsi con irritabilità, risentimento, intensità o perfezionismo. In questa fase l’essere umano tende a caratterizzare molto le proprie reazioni e il proprio modo di interagire finendo spesso per esagerare.

La chiave per bilanciare è riconoscere questi cambiamenti e introdurre qualità opposte per rimanere in equilibrio. Uno dei principi fondamentali dell’Ayurveda è che “il simile aumenta il simile”, quindi puoi bilanciare l’energia pitta in eccesso che si accumula in questa stagione creando terreno fertile affinchè la freschezza possa accumularsi nel corpo e nella mente.

Vivere In Armonia Con L’Estate

E’ di fondamentale importanza vivere sempre in armonia con la stagione che viviamo. Il cibo, ad esempio, è uno strumento prezioso per armonizzarci con il clima. Mangiare frutti estivi, maturi, dolci e succosi come uva, meloni, pere, pesche, ciliegie, mango, melograni, avocado, arance e prugne ci consente di idratarci e patire meno gli effetti del caldo evitando il rischio di disidratazione. Mangiare verdure a foglia verde in sane insalate estive produce effetti rinfrescanti e antinfiammatori. Le verdure che bilanciano Pitta includono cetrioli, zucchine, broccoli, cavolfiori, sedano, fagiolini e asparagi. La sudorazione ci invita invece ad idratarci con acqua ma anche con infusi alla menta o all’acqua di rose per soffrire meno il caldo.

Dicci la tua!

Devi essere connesso per inviare un commento.